pubblicare su dispositivi mobili

Pubblicare su dispositivi mobili

Come pubblicare sui dispositivi mobili?

Iniziamo a parlare di questo argomento facendo una breve panoramica della situazione generale.

Quando si parla di realizzazione di documenti per la stampa, quasi sempre il software che viene utilizzato è #InDesign, che negli anni è divenuto un punto fermo per la preparazione di qualsiasi documento esportato in PDF o successivamente stampato.

La creazione del documento è più o meno sempre la stessa procedura, nel senso che dobbiamo sempre iniziare a comporre qualcosa che al nostro cliente o al nostro datore di lavoro vada bene. Quindi utilizzando tutta la nostra creatività, capacità e competenza produrremo una presentazione, una scheda, un catalogo, un annuncio pubblicitario etc … che andrà approvato.

Ora che è stato approvato (solitamente mai al primo colpo, purtroppo) la domanda è: come lo distribuiamo?

Bene, in questo senso le cose sono cambiate molto negli ultimi anni.

La carta

La carta è la scelta tradizionale, forse anche quella che conosciamo meglio, che presenta sicuramente alcuni vantaggi ma nel contempo molti svantaggi.

Con la cara vecchia carta, infatti, non è possibile aggiornare un documento una volta stampato se non sostenendo costi di ristampa paragonabili alla prima uscita.

Nel corso degli ultimi anni, quindi, abbiamo visto una riduzione cospicua di quantità di documenti stampati e di ristampe. Iniziando da qui la soluzione è soltanto una, andare oltre la carta stampata.

Nel corso del tempo, infatti, la carta si è già dovuta evolvere facendosi affiancare da video, Cd-Rom/DVD per spiegare meglio i prodotti, illustrarne il funzionamento e distribuire su un unico supporto più informazioni, arrivando al sito internet che permette di avere dati sempre aggiornati in tempo reale. Più media rivolti ad un unico obiettivo, promuovere il prodotto e coprire le mancanze della carta che, pur rimanendo magari la scelta principale, non permette più di soddisfare tutte le esigenze di un mercato che è cambiato.

Tablet e Smartphone

Negli ultimi anni sono arrivati questi nuovi dispositivi, nel 2007 viene introdotto l’iPhone il capostipite degli smartphone moderni.

Di seguito, nascono i piani per creare Tablet basati su Android, ma nessuno dei dispositivi viene veramente mai adottato, dobbiamo aspettare l’inizio del 2010 per conoscere l’iPad che porta i Tablet, dopo quasi 10 anni dalla prima apparizione, al mercato consumer.

Il merito di Apple è di aver rivoluzionato l’approccio, non più tablet/computer ma un nuovo concetto di sistema che prospetta nuove possibilità nel mercato della distribuzione di contenuti, editoriali o commerciali.

tablet

Veri e propri computer, dotati di sistemi operativi snelli ed adatti ad un utilizzo touch.

All’interno di questi nuovi device troviamo quelle che oggi sono entrate nella vita quotidiana di tutti noi, le APP (APK per Android e IPA per iOS). Quasi da subito si sono visti i Tablet come metodo veloce ed evoluto per fruire di informazioni in tempo reale soprattutto in campo lavorativo come, per esempio, posta elettronica, documentazione aziendale passando, a volte, per “buffe” soluzioni come l’esportazione del catalogo in pagine jpeg in modo da avere l’anteprima delle pagine all’interno di un programma di gestione foto, ma andiamo avanti.

Il formato più utilizzato è stato fin da subito il #PDF che ha fatto un ulteriore salto, passando dall’essere già il miglior documento per la stampa in alta risoluzione al documento più diffuso in internet.

Pur esistendo il concetto di PDF interattivo, raramente è stato utilizzato preferendo i semplici PDF in bassa risoluzione, a volte anche per motivi tecnici, tipo il non uniforme supporto alle caratteristiche multimediali. Il problema di fondo, però, è che con un documento non interattivo si perde il senso dell’utilizzo di un dispositivo come un tablet o uno smartphone pensati, invece, per offrire multimedialità ed interattività.

Arriviamo quindi al dunque, come possiamo creare un documento di InDesign ed esportarlo ottimizzato per dispositivi mobili?

dispositivimobili

 

Segui il nostro blog per scoprire come farlo, nei prossimi articoli!

Ti aspettiamo!

 

 

RELATED POSTS